Livio Catalano
PHOTOGRAPHY
Terra di mezzo - Middle earth, L'Ecuador (così chiamato perchè attraversato dall’Equatore) è situato nel nord del Continente Sudamericano, tra la Colombia, il Perù e l’Oceano Pacifico.
« < >

Terra di mezzo - Middle earth

ITA
L'Ecuador (così chiamato perchè attraversato dall’Equatore) è situato nel nord del Continente Sudamericano, tra la Colombia, il Perù e l’Oceano Pacifico. Il suo territorio è caratterizzato da 3 differenti ambienti e paesaggi. L’“Oriente”, nella parte orientale del Paese, è occupato dalle estremità della foresta amazzonica che copre 120.000 km², ossia il 48% del territorio nazionale. È un territorio per la maggior parte ancora inesplorato. Qui, dagli anni ’60-‘70, la scoperta di giacimenti petroliferi, di oro e di rame, con il conseguente sfruttamento da parte di alcune compagnie multinazionali, ha alterato il naturale equilibrio ambientale, minacciando l’esistenza delle comunità umane ed animali presenti, oltre che l’equilibrio dell’intero pianeta. La “Sierra”, che include Quito, capitale dell’Ecuador, è costituita dalla zona andina, due catene montuose parallele e separate da un fertile altipiano. Quest’area si basa su un’economia principalmente agricola, molto arretrata, cui spetta il compito di soddisfare le esigenze alimentari delle comunità. La “Costa” si sviluppa su circa 1.000 chilometri di litorale e comprende la città di Guayaquil, la più grande ed importante del paese. Qui domina un clima con alte temperature ed elevati livelli di umidità durante tutto il corso dell’anno. La Costa è l’area di produzione, trasformazione e commercializzazione di alcuni dei prodotti principali dell’esportazione del Paese: banane, caffè, gamberetti, le cui ricche coltivazioni, solitamente in mano a grandi imprese a capitale straniero, producono gravi danni ambientali poiché, per la loro realizzazione, sono stati eliminati chilometri quadrati di foreste di mangrovie provocando il mutamento dell’intero ecosistema.
La composizione etnica della popolazione deriva dall'incontro di vari gruppi umani negli ultimi secoli, con i meticci, cioè persone in parte bianche discendenti dai coloni o dai nuovi imprenditori e in parte indigene, che costituiscono il 70% circa del totale, seguiti dal 7% dei Montubio, e parimenti dagli Afroecuadoriani, Amerindi e bianchi. L’etnia indigena prevale nella Sierra, e in Oriente è l’unica componente che riesce a sopravvivere nella foresta amazzonica. Sulla Costa, dove è presente la maggior parte dei bianchi, si riscontra invece la presenza di alcune comunità africane eredi degli schiavi, utilizzati dagli spagnoli unitamente alle popolazioni autoctone, che lavoravano nelle piantagioni della regione.
L’Ecuador nel tempo ha visto susseguirsi la dominazione Inca dalla metà del XV secolo, la colonizzazione spagnola dal 1500 fino al principio dell’800, un alternarsi di presidenti, tra colpi di stato e guerre civili, fino ad arrivare alla nuova costituzione del paese, nel 2008, fatta approvare dal presidente Rafael Correa. Oggi la maggior parte della popolazione ecuadoriana vive ancora in condizioni di miseria. Sebbene il petrolio costituisca il 40% delle esportazioni del paese, l’80% dei guadagni è ancora nelle mani delle multinazionali e di poche famiglie locali. A ciò è da aggiungere spesso l’incompetenza della classe politica, una diffusa corruzione, un elevato tasso di disoccupazione, una forte tendenza all’emigrazione, un incremento notevole, negli ultimi anni, della violenza metropolitana a seguito di un’emorragia dalle aree rurali e conseguente processo di inurbamento convulso.

ENG
Ecuador (so called because it is crossed by the Equator) is located in the North of the South American continent, between Colombia, Peru and the Pacific Ocean. Its territory is characterized by 3 different environments and landscapes. The "East", in the Eastern part of the country, is occupied by part of the Amazon, which covers 120,000 km², 48% of the national territory. It is a territory still largely unexplored. Here, from the 60s-70s onwards, the discovery of oil, gold and copper deposits, and their consequent exploitation by multinational companies, has altered the natural environmental balance, threatening the existence of human and animal communities, as well as the balance of the entire planet. The "Sierra", which includes Quito, the capital of Ecuador, is occupied by the Andes, two parallel mountain ranges separated by a fertile valley. This area has a mainly agricultural economy, which provides for the food needs of the communities. The "Costa" extends along approximately 1,000 kilometers of coastline and includes the city of Guayaquil, the largest and most important in the country. Here there is a climate with high temperatures and high humidity levels all year long. The "Costa" is the growing, processing and marketing area of some of the country's main export products: bananas, coffee, shrimps, the intensive farming of which, usually at the hands of big foreign companies, is causing serious environmental damage because, in order to grow these products, kilometres and kilometers of mangrove forests have been destroyed, causing the the entire ecosystem to change.
The ethnic composition of the population derives from the meeting of various human groups in recent centuries, with mestizos, partly white people descended from settlers or new entrepreneurs and partly indigenous, making up about 70% of the total population, followed by Montubios (making up about 7% of the total population), and Afro-Ecuadorians, Amerindians and whites. The indigenous ethnic groups prevail in the Sierra, and in the East it is the only part of the population that can survive in the Amazon rainforest. On the coast, where most of the white people are, there are some African communities, descending from slaves used by Spanish colonizers, together with indigenous people, to work on the plantations in the region.
Over time, Ecuador was subjected to the Inca domination from the mid-fifteenth century, the Spanish colonization from the 16th century until the beginning of the 19th century, an alternation of presidents, between coups and civil wars, up to the new constitution, in 2008, approved by President Rafael Correa. Today most of the Ecuadorian population still lives in misery. Although oil makes up 40% of the country's exports, 80% of earnings are still in the hands of multinational corporations and a few local families. To this must be added the incompetence of the political class, widespread corruption, a high unemployment rate, a strong tendency to emigrate, a significant increase, in recent years, of metropolitan violence following a hemorrhage of population from rural areas and a consequent convulsive urbanization process.

ITA
Una ragazza in abiti moderni e una donna vestita con i tradizionali abiti della “chola cuencana” camminano per le strade di Cuenca. Cuenca è la terza città dell'Ecuador per numero di abitanti, capoluogo della provincia di Azuay, e sorge sulle Ande a 2.500 m sul livello del mare. 
ENG
A girl with modern clothes and a woman dressed in traditional "chola cuencana" clothes walk the streets of Cuenca. Cuenca is the third largest city in Ecuador by population, capital of the Province of Azuay, and it is  in the Andes at 2,500 m above sea level.
1 / 38 enlarge slideshow
ITA
Una ragazza in abiti moderni e una donna vestita con i tradizionali abiti della “chola cuencana” camminano per le strade di Cuenca. Cuenca è la terza città dell'Ecuador per numero di abitanti, capoluogo della provincia di Azuay, e sorge sulle Ande a 2.500 m sul livello del mare.
ENG
A girl with modern clothes and a woman dressed in traditional "chola cuencana" clothes walk the streets of Cuenca. Cuenca is the third largest city in Ecuador by population, capital of the Province of Azuay, and it is in the Andes at 2,500 m above sea level.
ITA
Donne in abiti tradizionali praticano la “limpia”, una cerimonia di purificazione, dietro compenso, agli avventori di uno dei molteplici mercati al coperto presenti nella città di Cuenca. 
ENG
Women in traditional clothes practice the "limpia", a purification ceremony, inside a covered market in the city of Cuenca.
2 / 38 enlarge slideshow
ITA
Donne in abiti tradizionali praticano la “limpia”, una cerimonia di purificazione, dietro compenso, agli avventori di uno dei molteplici mercati al coperto presenti nella città di Cuenca.
ENG
Women in traditional clothes practice the "limpia", a purification ceremony, inside a covered market in the city of Cuenca.
ITA
Interno del “Mercado 10 de Agosto” a Cuenca. 
ENG
Inside the "Mercado 10 de Agosto", Cuenca.
3 / 38 enlarge slideshow
ITA
Interno del “Mercado 10 de Agosto” a Cuenca.
ENG
Inside the "Mercado 10 de Agosto", Cuenca.
ITA
Venditori di cibi pronti o da cucinare e consumare sul posto, all’interno del “Mercado 10 de Agosto” a Cuenca. 
ENG
Street-food sellers, inside the "Mercado 10 de Agosto", Cuenca.
4 / 38 enlarge slideshow
ITA
Venditori di cibi pronti o da cucinare e consumare sul posto, all’interno del “Mercado 10 de Agosto” a Cuenca.
ENG
Street-food sellers, inside the "Mercado 10 de Agosto", Cuenca.
ITA
Un lustrascarpe in uno dei portici che circondano il Parque Calderon. Su questa piazza domina la Cattedrale dell'Immacolata Concezione. Cuenca. 0
ENG
A shoe-shine in Parque Calderon. The Cathedral of the Immaculate Conception dominates this square. Cuenca.
5 / 38 enlarge slideshow
ITA
Un lustrascarpe in uno dei portici che circondano il Parque Calderon. Su questa piazza domina la Cattedrale dell'Immacolata Concezione. Cuenca. 0
ENG
A shoe-shine in Parque Calderon. The Cathedral of the Immaculate Conception dominates this square. Cuenca.
ITA
Venditrici di prodotti agricoli nel “Mercado 10 de Agosto” a Cuenca. 
ENG
Agricultural products sellers at the "Mercado 10 de Agosto", Cuenca.
6 / 38 enlarge slideshow
ITA
Venditrici di prodotti agricoli nel “Mercado 10 de Agosto” a Cuenca.
ENG
Agricultural products sellers at the "Mercado 10 de Agosto", Cuenca.
ITA
Una strada di Cuenca nelle vicinanze della “Feria Libre”, altro mercato locale della città.
ENG
A street in Cuenca near the "Feria Libre", another local market in the city.
7 / 38 enlarge slideshow
ITA
Una strada di Cuenca nelle vicinanze della “Feria Libre”, altro mercato locale della città.
ENG
A street in Cuenca near the "Feria Libre", another local market in the city.
ITA
Colombi si alzano in volo su una piazza di Cuenca. 
ENG
Pigeons take flight in a square in Cuenca.
8 / 38 enlarge slideshow
ITA
Colombi si alzano in volo su una piazza di Cuenca.
ENG
Pigeons take flight in a square in Cuenca.
ITA
I mercati locali di Cuenca sono animati da un continuo flusso di gente, anche intere famiglie, che spesso si muovono dalle campagne circostanti per vendere o acquistare prodotti. 
ENG
Local markets in Cuenca are animated by a continuous flow of people, even entire families, who often come from the surrounding countryside to sell or buy products.
9 / 38 enlarge slideshow
ITA
I mercati locali di Cuenca sono animati da un continuo flusso di gente, anche intere famiglie, che spesso si muovono dalle campagne circostanti per vendere o acquistare prodotti.
ENG
Local markets in Cuenca are animated by a continuous flow of people, even entire families, who often come from the surrounding countryside to sell or buy products.
ITA
Josè Suconota, proprietario della piccola azienda produttrice di tequila “Don Isaac”, nel cantone di Nabón nella provincia di Azuay. La tequila è una bevanda alcolica ricavata direttamente dalla pianta dell’agave. 
ENG
Josè Suconota, owner of the small Tequila-producing company "Don Isaac", in the Canton of Nabón in the Province of Azuay. Tequila is an alcoholic drink made directly from the agave plant.
10 / 38 enlarge slideshow
ITA
Josè Suconota, proprietario della piccola azienda produttrice di tequila “Don Isaac”, nel cantone di Nabón nella provincia di Azuay. La tequila è una bevanda alcolica ricavata direttamente dalla pianta dell’agave.
ENG
Josè Suconota, owner of the small Tequila-producing company "Don Isaac", in the Canton of Nabón in the Province of Azuay. Tequila is an alcoholic drink made directly from the agave plant.
ITA
Un uomo a lavoro nei campi sulla catena andina. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
A man working in the fields on the Andes. Canton of Nabón, Azuay.
11 / 38 enlarge slideshow
ITA
Un uomo a lavoro nei campi sulla catena andina. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
A man working in the fields on the Andes. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
Membri di una famiglia davanti alla propria casa sulle Ande. Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
Family members in front of their home in the Andes. Canton of Nabón, Azuay.
12 / 38 enlarge slideshow
ITA
Membri di una famiglia davanti alla propria casa sulle Ande. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
Family members in front of their home in the Andes. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
La piazza principale in un piccolo centro abitato tra le cime delle Ande. La popolazione vive principalmente dedicandosi alle attività di agricoltura e allevamento. Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
The main square in a small village between the peaks of the Andes. The population lives mainly by devoting themselves to agriculture and livestock. Canton of Nabón, Azuay.
13 / 38 enlarge slideshow
ITA
La piazza principale in un piccolo centro abitato tra le cime delle Ande. La popolazione vive principalmente dedicandosi alle attività di agricoltura e allevamento. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
The main square in a small village between the peaks of the Andes. The population lives mainly by devoting themselves to agriculture and livestock. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
Donne preparano il “cuy” nella cucina di casa nel Cantone di Nabón, Azuay. Il cuy è un porcellino d’India e costituisce il piatto tradizionale della zona andina ecuadoriana.
ENG
Women cooking the "cuy" in their home kitchen, Canton of Nabón, Azuay. Cuy is a guinea pig and it is the traditional dish of the Ecuadorian Andean area.
14 / 38 enlarge slideshow
ITA
Donne preparano il “cuy” nella cucina di casa nel Cantone di Nabón, Azuay. Il cuy è un porcellino d’India e costituisce il piatto tradizionale della zona andina ecuadoriana.
ENG
Women cooking the "cuy" in their home kitchen, Canton of Nabón, Azuay. Cuy is a guinea pig and it is the traditional dish of the Ecuadorian Andean area.
ITA
Anziane donne, con il “panama”, tradizionale copricapo ecuadoriano, discutono durante una festa della comunità. Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
Older women, wearing the "panama", the traditional Ecuadorian hat, talking during a community party. Canton of Nabón, Azuay.
15 / 38 enlarge slideshow
ITA
Anziane donne, con il “panama”, tradizionale copricapo ecuadoriano, discutono durante una festa della comunità. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
Older women, wearing the "panama", the traditional Ecuadorian hat, talking during a community party. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
Animali in una fattoria nel Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
Animals on a farm, Canton of Nabón, Azuay.
16 / 38 enlarge slideshow
ITA
Animali in una fattoria nel Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
Animals on a farm, Canton of Nabón, Azuay.
ITA
Fidel controlla il libro dei conti nella sua casa tra i campi andini. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
Fidel, inside his home, looking at the accounts book. Canton of Nabón, Azuay.
17 / 38 enlarge slideshow
ITA
Fidel controlla il libro dei conti nella sua casa tra i campi andini. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
Fidel, inside his home, looking at the accounts book. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
La terra delle Ande con tutte le sue sfumature. Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
The land of the Andes in all its colors. Canton of Nabón, Azuay.
18 / 38 enlarge slideshow
ITA
La terra delle Ande con tutte le sue sfumature. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
The land of the Andes in all its colors. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
Màri, una giovane mamma, accudisce i cuy nell’allevamento annesso alla propria casa nel Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
Màri, a young mother, takes care of the cuys inside the stable near her home, Canton of Nabón, Azuay.
19 / 38 enlarge slideshow
ITA
Màri, una giovane mamma, accudisce i cuy nell’allevamento annesso alla propria casa nel Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
Màri, a young mother, takes care of the cuys inside the stable near her home, Canton of Nabón, Azuay.
ITA
Fidel mentre si sposta tra i vari terreni per accudire gli animali e curare le coltivazioni. Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
Fidel while moving between various fields to look after the animals and take care of the cultivations. Canton of Nabón, Azuay.
20 / 38 enlarge slideshow
ITA
Fidel mentre si sposta tra i vari terreni per accudire gli animali e curare le coltivazioni. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
Fidel while moving between various fields to look after the animals and take care of the cultivations. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
Una bambina gioca sulla piazza di un piccolo villaggio nel Cantone di Nabón, Azuay. La chiesa, costruita con i finanziamenti e con il lavoro dei membri della comunità, rappresenta il fulcro della vita sociale insieme alla piazza attigua. 
ENG
A girl plays on the square of a small village, Canton of Nabón, Azuay. The church, built with funding and with the work of the community members, represents the centre of social life in the village together with the nearby square.
21 / 38 enlarge slideshow
ITA
Una bambina gioca sulla piazza di un piccolo villaggio nel Cantone di Nabón, Azuay. La chiesa, costruita con i finanziamenti e con il lavoro dei membri della comunità, rappresenta il fulcro della vita sociale insieme alla piazza attigua.
ENG
A girl plays on the square of a small village, Canton of Nabón, Azuay. The church, built with funding and with the work of the community members, represents the centre of social life in the village together with the nearby square.
ITA
Maria e una delle sue nuore portano dai campi sacchi pieni di erba per dar da mangiare ai cuy all’interno del loro allevamento. Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
Maria and one of her daughters-in-law bring sacks full of grass from the fields to feed the cuys inside their stable. Canton of Nabón, Azuay.
22 / 38 enlarge slideshow
ITA
Maria e una delle sue nuore portano dai campi sacchi pieni di erba per dar da mangiare ai cuy all’interno del loro allevamento. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
Maria and one of her daughters-in-law bring sacks full of grass from the fields to feed the cuys inside their stable. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
In occasione della Festa della comunità, tutti gli abitanti della stessa e provenienti dalle località dei dintorni si ritrovano per tre giorni di festeggiamenti, con musica, balli, giochi, cibo e molto alcol. Qui un momento della preparazione di una “pelea de gallos”, una lotta tra galli che si volge tra scommesse in denaro e forte partecipazione del pubblico. Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
During the community festival, all the inhabitants of the small village and from the surrounding areas meet for three days of celebration, with music, dancing, games, food and lots of alcohol. Here a moment before the "pelea de gallos", a fight between roosters, with cash bets and strong public participation. Canton of Nabón, Azuay.
23 / 38 enlarge slideshow
ITA
In occasione della Festa della comunità, tutti gli abitanti della stessa e provenienti dalle località dei dintorni si ritrovano per tre giorni di festeggiamenti, con musica, balli, giochi, cibo e molto alcol. Qui un momento della preparazione di una “pelea de gallos”, una lotta tra galli che si volge tra scommesse in denaro e forte partecipazione del pubblico. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
During the community festival, all the inhabitants of the small village and from the surrounding areas meet for three days of celebration, with music, dancing, games, food and lots of alcohol. Here a moment before the "pelea de gallos", a fight between roosters, with cash bets and strong public participation. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
In attesa della lotta tra i galli. Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
Before the roosters fight. Canton of Nabón, Azuay.
24 / 38 enlarge slideshow
ITA
In attesa della lotta tra i galli. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
Before the roosters fight. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
La mattina seguente a ogni giorno di festa molti uomini hanno evidentemente fatto abuso di alcol. Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
The morning after a festival day many men are drunk. Canton of Nabón, Azuay.
25 / 38 enlarge slideshow
ITA
La mattina seguente a ogni giorno di festa molti uomini hanno evidentemente fatto abuso di alcol. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
The morning after a festival day many men are drunk. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
La “vaca loca” è un pupazzo in cartapesta a forma di vacca che viene indossato da un portatore, in occasione delle feste, che insieme ad altri corre tra il pubblico facendo saettare le scintille sprigionate dai fuochi applicati sulla stessa. Cantone di Nabón, Azuay. 
ENG
The "vaca loca" is a papier-mâché puppet in the shape of a cow, that is worn by a bearer during the festival days and which makes lights sparkle thanks to the fires applied to them. Canton of Nabón, Azuay.
26 / 38 enlarge slideshow
ITA
La “vaca loca” è un pupazzo in cartapesta a forma di vacca che viene indossato da un portatore, in occasione delle feste, che insieme ad altri corre tra il pubblico facendo saettare le scintille sprigionate dai fuochi applicati sulla stessa. Cantone di Nabón, Azuay.
ENG
The "vaca loca" is a papier-mâché puppet in the shape of a cow, that is worn by a bearer during the festival days and which makes lights sparkle thanks to the fires applied to them. Canton of Nabón, Azuay.
ITA
Entrata al Mercato degli Animali ad Otavalo, nel Cantone di Otavalo, Imbabura. Il mercato si svolge ogni sabato mattina già a partire dalle ore 5:00. Qui gli allevatori locali si recano per la compravendita di vari tipi di bestiame. 
ENG
The entrance to the animal market in Otavalo, in the Canton of Otavalo, Imbabura. The market takes place every Saturday morning from 5:00 am. Here local farmers go to buy and sell various types of livestock.
27 / 38 enlarge slideshow
ITA
Entrata al Mercato degli Animali ad Otavalo, nel Cantone di Otavalo, Imbabura. Il mercato si svolge ogni sabato mattina già a partire dalle ore 5:00. Qui gli allevatori locali si recano per la compravendita di vari tipi di bestiame.
ENG
The entrance to the animal market in Otavalo, in the Canton of Otavalo, Imbabura. The market takes place every Saturday morning from 5:00 am. Here local farmers go to buy and sell various types of livestock.
ITA
Un venditore di pollame nel Mercato degli animali ad Otavalo. Cantone di Otavalo, Imbabura. 
ENG
A poultry seller at the animal market in Otavalo. Canton of Otavalo, Imbabura.
28 / 38 enlarge slideshow
ITA
Un venditore di pollame nel Mercato degli animali ad Otavalo. Cantone di Otavalo, Imbabura.
ENG
A poultry seller at the animal market in Otavalo. Canton of Otavalo, Imbabura.
ITA
Gente al Mercato degli animali. Cantone di Otavalo, Imbabura. 
ENG
People at the animal market. Canton of Otavalo, Imbabura.
29 / 38 enlarge slideshow
ITA
Gente al Mercato degli animali. Cantone di Otavalo, Imbabura.
ENG
People at the animal market. Canton of Otavalo, Imbabura.
ITA
Otavalo. Cantone di Otavalo, Imbabura. 
ENG
Otavalo. Canton of Otavalo, Imbabura.
30 / 38 enlarge slideshow
ITA
Otavalo. Cantone di Otavalo, Imbabura.
ENG
Otavalo. Canton of Otavalo, Imbabura.
ITA
Una donna tra i campi. Cantone di Otavalo, Imbabura. 
ENG
A woman in the fields. Canton of Otavalo, Imbabura.
31 / 38 enlarge slideshow
ITA
Una donna tra i campi. Cantone di Otavalo, Imbabura.
ENG
A woman in the fields. Canton of Otavalo, Imbabura.
ITA
La cittadina di Puyo nella Provincia di Pastaza, uno degli ingressi all’Amazzonia ecuadoriana. 
ENG
The town of Puyo, in the Pastaza Province, one of the entrances to the Ecuadorian Amazon rainforest.
32 / 38 enlarge slideshow
ITA
La cittadina di Puyo nella Provincia di Pastaza, uno degli ingressi all’Amazzonia ecuadoriana.
ENG
The town of Puyo, in the Pastaza Province, one of the entrances to the Ecuadorian Amazon rainforest.
ITA
Un bambino della comunità indigena Waorani. Provincia di Pastaza. 
ENG
A child of the Waorani indigenous community. Province of Pastaza.
33 / 38 enlarge slideshow
ITA
Un bambino della comunità indigena Waorani. Provincia di Pastaza.
ENG
A child of the Waorani indigenous community. Province of Pastaza.
ITA
Una bambina Waorani all’interno del suo villaggio. Provincia di Pastaza. 
ENG
A Waorani girl in her village. Province of Pastaza.
34 / 38 enlarge slideshow
ITA
Una bambina Waorani all’interno del suo villaggio. Provincia di Pastaza.
ENG
A Waorani girl in her village. Province of Pastaza.
ITA
L’Amazzonia nell’Oriente dell’Ecuador. Provincia di Pastaza. 
ENG
The Amazon rainforest in the East of Ecuador. Province of Pastaza.
35 / 38 enlarge slideshow
ITA
L’Amazzonia nell’Oriente dell’Ecuador. Provincia di Pastaza.
ENG
The Amazon rainforest in the East of Ecuador. Province of Pastaza.
ITA
Un uomo mostra alcune delle molteplici varietà vegetali che costituiscono il cuore dell’Amazzonia e del pianeta. Provincia di Pastaza. 
ENG
A man showing some plant species. This lush vegetation is the heart of the Amazon and of the planet. Province of Pastaza.
36 / 38 enlarge slideshow
ITA
Un uomo mostra alcune delle molteplici varietà vegetali che costituiscono il cuore dell’Amazzonia e del pianeta. Provincia di Pastaza.
ENG
A man showing some plant species. This lush vegetation is the heart of the Amazon and of the planet. Province of Pastaza.
ITA
Un allevamento di gamberetti lungo la Costa. 
ENG
Shrimp farm along the coast.
37 / 38 enlarge slideshow
ITA
Un allevamento di gamberetti lungo la Costa.
ENG
Shrimp farm along the coast.
ITA
Bambini giocano tra le acque del fiume Puyo. Provincia di Pastaza. 
ENG
Children playing in the waters of the Puyo river. Province of Pastaza.
38 / 38 enlarge slideshow
ITA
Bambini giocano tra le acque del fiume Puyo. Provincia di Pastaza.
ENG
Children playing in the waters of the Puyo river. Province of Pastaza.
Link
https://www.liviocatalano.it/terra_di_mezzo_middle_earth-p21992

Share link on
CLOSE
loading